seguici anche su

MENSILE REGISTRATO AL TRIBUNALE DI TORINO N° 6 DEL 25.02.2014 - DIRETTORE RESPONSABILE DONATO D'AURIA

Scoperchiamo la pentola

Parte ufficialmente "Sono come mangio"

24 dicembre 2015

Parte ufficialmente “Sono come mangio”


Reggio Emilia – É ufficialmente partito il progetto di educazione alimentare “Sono come mangio”, lanciato dal Consorzio Parmigiano Reggiano un anno fa e destinato a  coinvolgere in modo attivo oltre 1000 insegnanti e più di 25000 ragazzi. Si tratta di un’importante campagna di educazione alimentare in atto nel nostro Paese, insieme a quelle di Slow Food.

In queste settimane sono in corso gli incontri degli insegnanti all’interno dei caseifici presenti nelle 5 province in cui nasce il Parmigiano Reggiano; un confronto diretto con la realtà produttiva che comprende la visita guidata del caseificio, la formazione dell’analisi sensoriale e la presentazione del piano di lavoro e delle attvità ludico-didattiche per i ragazzi previste dal percorso educativo proposto.

“Sono come mangio”- sottolinea il presidente del Consorzio di tutela, Giuseppe Alai- si pone due grandi obiettivi: da una parate, infatti, vuole accompagnare i nostri ragazzi verso la consapevolezza dell’immensa ricchezza alimentare del nostro Paese e, dall’altra, offre agli insegnanti nuovi strumenti e metodologie per sviluppare al meglio quelle rsponsabilità che li hanno progressivamente investiti anche sul versante della cultura alimentare, concepita come strumento fondamentale per una più ampia educazione alla salute e al benessere psico-fisico”

Destinato agli studenti e agli insegnanti, il progetto del Consorzio propone un vero e proprio viaggio educativo alla scoperta del cibo, delle buone abitudini alimentari e del territori, valorizzando in tal modo anche la storia, la cultura, le tradizioni e le risorse ambientali che danno origine ai nostri alimenti.

Il progetto è realizzato in partnership con la cooperativa Creativ Cise, da anni impegnata nella formazione e nell’animazione, si realizza attraverso un percorso multidisciplinare che crea un filo conduttore tra le diverse discipline scolastich.

vengono proposte metodologie interattive e coinvolgenti, l’uso dei linguaggi preferiti dai bambini e dai ragazzi (ludico, musicale, espressivo, corporeo), gli stessi acquisiscono gli strumenti per conoscere e riconoscere meglio i cibi e vengono guidati ad abitudini alimentari sane, ampliando ed affinando conoscenze e, soprattutt, allenando i cinque sensi ad un rapporto inedito (specie per ciò che riguarda i colori e i “suoni” del cibo) con ciò che consumano e con ciò che non deve mancare nella loro alimentazione.

Conclusa la prima fase di formazione/informazione degli insegnant, il progetto proseguirà durante l’anno scolastico con attvità ludiche nelle classi, un costante affiancamento del docente in tutte le fasi di implementazione delle attività proposte e culminerà con una delle tappe più appassionanti del percorso:”Avventura al caseificio”, una visita guidata animata ed interattiva per le classi all’interno dei caseifici del Parmigiano Reggiano, alla scoperta dei segreti del “Re dei Formaggi”.

A “sono come mangio” é stato abbinato il concorso “Avventura al caseificio”, riservato alle scuole che effettueranno visite guidate ad un caseificio del Parmigiano Reggiano.

A quanti realizzeranno la migliore presentazione grafica e multimediale del percorso saranno assegnati una Apple TV un computer portatile, un videoproiettore, una fotocamera e altri premi per categorie speciali. Luigi Massimo Pavanello.